La pizza

Alla ricerca del segreto di Alice

Se chiedete a qualcuno cosa apprezza di Alice, nel 90% dei casi risponderà: la leggerezza. Il segreto di questo piccolo ma grande successo è nella ricetta dell’impasto, rimasta invariata per quasi 30 anni e caratterizzata da una quantità di lievito davvero molto ridotta. Per preparare la nostra pizza infatti, utilizziamo circa 2,5 g di lievito per ogni kg di impasto. Questo significa che con un dadino di lievito di birra da 25 g, che una massaia generalmente utilizzava per fare 1 o 2 kg di impasto, Alice Pizza ne realizza circa 10 kg.

Per ottenere un risultato così ricco di ossigeno e di conseguenza molto digeribile, l’impasto lievita lentamente per almeno 24 ore a temperatura controllata. Un procedimento molto simile a quello del pane artigianale. Poi viene lavorato a mano e steso delicatamente in teglia. Infine viene farcito e cotto ad alte temperature per diversi minuti nel forno elettrico. Le tempistiche variano dalla teglia alla pala e di condimento in condimento.

La farina che utilizziamo per questo impasto è stata studiata dal maestro pizzaiolo Domenico Giovannini ed è una miscela di farine tipo 0 ad alta qualità, priva di additivi e di farine aggiunte, che ha nell’elasticità il suo vero punto di forza. Allo stesso modo, gli ingredienti vengono selezionati per i condimenti con grande attenzione rispettando, nel caso delle frutta e della verdura, il principio della produzione locale e a Km0.