Pizza Marinara, semplicità e tradizione in pochi morsi

Una delle pizze della tradizione pizzaiola italiana, tra le più amate, imitate e sfornate. Sia in Italia che all’estero. Pizza marinara: ecco la versione di Alice.

Pizza marinara, bontà assoluta

Non può mancare sul banco della pizzeria, sia tonda, che al taglio che alla pala. Sia nei ristoranti che nelle pizzerie da asporto, sia al Nord che al Sud, dall’Italia fino all’estero. La pizza marinara è davvero un piatto irrinunciabile. Gli ingredienti base di questa pizza sono il pomodoro, l’aglio, l’olio e l’origano. Assente quindi il formaggio, che non è mai compreso su questo tipo di pizza.

Questa caratteristica rende la pizza marinara anche più digeribile e leggera. Vedrete il contatore delle calorie scendere e la bilancia ringraziare. Via libera anche a tutti coloro che cercano pizze senza lattosio e pizze vegane. Non ci sono tracce di prodotti di origine animale su questa pizza o di lattosio.

La storia: partiamo dalle origini

Il nome “pizza marinara” vi fa pensare all’estate e al mare? Giusta intuizione. L’origine della pizza alla marinara, da rintracciare nella prima metà del ‘700, va scovata proprio nel suo nome. I marinai infatti erano soliti realizzare e preferire questa pizza perché gli ingredienti erano semplici da reperire e di lunga conservazione. Dettaglio da non dimenticare: la marinara è anche molto economica, i suoi ingredienti sono tipici della nostra dieta mediterranea e alla portata di tutte le tasche.

La pizza marinara e le sue varianti

Le varianti sulla pizza marinara sono molte. Del resto quando le ricette sono così semplici sono anche facili da arricchire e reinterpretare. Sulla pizza marinara si aggiunge spesso il pepe o il peperoncino, per dare un pizzico di carattere in più. Al posto dell’origano, molti pizzaioli preferiscono il basilico, che ha un sapore più fresco ma sempre aromatico. Oppure accostano entrambi gli aromi, mettendo sulla pizza sia il basilico fresco che l’origano.

Passando al pomodoro, quando si parla di pomodoro si intende solitamente il sugo di pomodoro. Non mancano esempi di marinara con pomodorini a pezzi o polpa di pomodoro. Tra un pomodorino o l’altro potrebbe capitarvi di vedere spuntare delle olive, nere in particolar modo. Le olive si sposano molto bene con gli altri ingredienti base della marinara. Ultimo ingrediente: le acciughe! A filetti o sminuzzate racchiudono e intrepretano alla perfezione il concetto di pizza dedicata al mare dai suoi marinai.

La versione di Alice

La storia della pizza marinara, come abbiamo detto, ha origini molto antiche. Nonostante ciò, si tratta di una prova imprescindibile per un vero pizzaiolo, che mette alla prova la sua bravura nella realizzazione di una ricetta apparentemente semplice ma non per questo molto complessa e insidiosa. In particolar modo, proprio per la semplicità dei sapori, risulta assolutamente centrale la scelta di ingredienti eccellenti, soprattutto l’olio e il pomodoro, per ottenere quel sapore riconoscibile, delicato ma allo stesso tempo di carattere che amiamo tutti.

Nella storia di Alice la Pizza Marinara segue una strada tutta sua. Fin dalla prima pizzeria in via delle Grazie, i nostri pizzaioli hanno creato una “Marinara Alice” che ha alcuni ingredienti particolari. Per questa pizza usiamo infatti anche le alici fatte a pezzettini e i pomodorini in dadolata. Il tocco finale? Il peperoncino. Ricapitolando quindi la nostra ricetta in teglia prevede: sugo di pomodoro, dadolata di pomodorini, alici, origano, aglio, prezzemolo, peperoncino, olio. Il segreto della sua bontà? La capacità di saper bilanciare in modo equilibrato tutti gli ingredienti per ottenere una pizza dai sapori riconoscibili ma non aggressivi.

Vi capiterà inoltre di vedere nelle nostre pizzerie la marinara nella sua versione più classica. Perché alla tradizione, non possiamo mai rinunciare!