Pizza Delivery: tutti i motivi per cui la pizza a casa è buonissima

Che la pizza sia buonissima, che la pizza la puoi mangiare a tutte le ore del giorno, che la pizza la puoi mangiare ovunque, lo sappiamo già! Che la pizza a casa sia sempre buona, forse non lo abbiamo detto abbastanza. Per questo siamo qui e vi raccontiamo tutti i motivi per cui la pizza a casa non è buona, ma è proprio buonissima proprio grazie al Pizza Delivery.

1. Comodità

Bello tutto, bello uscire la sera, farsi carini, un bicchiere di vino, quattro chiacchiere, un selfie e via. Ma vuoi mettere con divano, serie Tv e pigiamone? Se ci mettiamo pure un paio di birre, forse la scena rasenta la perfezione.

Stare a casa a far nulla o semplicemente a trascorrere, come lo chiamano alcuni, del sano quality time, non è affatto un peccato. Anzi talvolta è sano e fa ricaricare le batterie. Quindi facciamolo, stiamocene a casa in tenuta da letto, scegliamoci un buon compagno di serate e la migliore amica di questi momenti di piccola gioia domestica: la pizza!

2. Last Minute

Chi di noi non ha passato ore a fare liste di cose da fare, a definire i timing migliori per farle, a schedulare alla perfezione l’agenda per non essere sempre quelli che fanno tardi, quelli che arrivano all’ultimo minuto, che non trovano parcheggio, che saltano l’inizio del film al cinema, che arrivano trafelati sempre pronti a dire “Scusa, sono in ritardo”!

Questi imprevisti spesso mettono in difficoltà i nostri amici e compagni di merende, ma la situazione si fa ancora più imbarazzante quando la mancanza di tempo fa rima col frigo vuoto. Come fare quindi? Far arrivare la pizza a casa può essere un’ottima soluzione per sfamare la famiglia e rimanere tutti contenti. Se volete fare una prova, mandateci le foto dei vostri figli al suono della frase: “Stasera pizza?”. Anzi scusate, “Stasera Pizza Delivery?”

3. Mani in mano

Non è molto carino quando qualcuno vi dice che ve ne state mani in mano, ma in questo caso invece, si può! Non siete pigri, siete solo pratici e stasera non cucinerete, non farete la spesa, non sporcherete piatti, piattini, tovaglie, tovagliette e posate, perché dovrete solo aprire la porta a chi vi ha portato la pizza a casa, fargli un bel sorriso e ringraziarlo per avervi svoltato la serata.

Questa sera non cucinate, lo chef non siete voi, non fate pastrocchi, non date fuoco ai fornelli, ma vi godete solo quello che qualcuno ha preparato per voi. Che poi, diciamocelo, cucinare per gli altri è un vero gesto d’amore. Bisogna farlo spesso e lasciarlo fare spesso agli altri. In questo caso al pizzaiolo!

4. Buona anche riscaldata

Siamo cresciuti con l’idea che il concetto di “minestra riscaldata” si applica agli ex fidanzati che si ripropongono quando meno te lo aspetti, alle situazioni stanche e di seconda mano, a quella zona di confort da cui nessun pigro vorrebbe mai uscire.

Invece in questo caso la pizza si riscalda eccome! E se vi state chiedendo se perde la sua bontà, la risposta è “Nada, de nada!”. A differenza di altre tipologie di pizza infatti, la pizza al taglio che si riscalda in forno o nel padellino può essere ancora buonissima. Basta qualche semplice accorgimento che vi abbiamo raccontato in questo nostro articolo, ma esponiamo anche sulla scatola della nostra pizza. Ed è quella di Alice! Quindi con il timing preferito, la pizza che arriva a casa si può riscaldare con una manciata di minuti ed è croccante come appena uscita dalla pizzeria.

pizzeria bergamo

Insomma per chiudere. Mangiare la pizza a casa è uno spasso e il Pizza Delivery in questo ci dà una grande mano. Potete trovare le nostre pizzerie sulle maggiori piattaforme. Attenzione perché non sono tutte, sempre e ovunque. Ma siamo abbastanza sicuri nel dirvi che se abitate in una grande città, potete trovare una pizzeria Alice in consegna proprio vicino a voi!