C’è una lettera per voi

Dall’inizio dell’emergenza, abbiamo abbassato la voce per lasciare spazio a una situazione senza precedenti e all’esperienza di chi era in grado di guidare le nostre vite in questo momento.

In vista della riapertura c’è qualcosa che vogliamo dirvi. Non ci siamo mai fermati. Più che con le mani, con la testa. Abbiamo pensato alle soluzioni per il futuro e, anche se non sappiamo ancora cosa succederà, abbiamo riflettuto su quello che potevamo fare, per sentirci di nuovo a casa, in una dimensione nuova, più sicura e rinnovata soprattutto nella consapevolezza che, mai come oggi, la tavola ci unisce, la pizza è un filo conduttore tra noi, i nostri fornitori, i clienti, le loro famiglie, i loro amici.

Il 4 maggio, le nostre pizzerie (molte di esse) riapriranno con la pizza d’asporto. Un’attività che da sempre si sposa con la nostra identità e con la nostra storia. La nostra squadra non vede l’ora di tornare alle proprie attività, ad impastare, tagliare, infornare, impacchettare, sorridere anche se qualche timore, ce l’hanno tutti. Anche i supereroi!

Abbiamo predisposto la pulizia dei nostri ambienti. I nostri ragazzi lavoreranno in sicurezza, con guanti e mascherine. Troverete nelle nostre pizzerie cartelli informativi e il nostro personale dedicato a tutelare le distanze e a darvi maggiori indicazioni. Troverete anche igienizzanti per voi. Vi forniremo scatole chiuse, per portare il cibo a casa e condividerlo con la vostra famiglia.

Non siamo sicuri di tante cose, ma di una cosa sì
La pizza ci unisce, sempre